Diverse tecniche di essiccazione per il caffè

Il caffè è una delle meraviglie più popolari della vita, ma poco capiamo quanto sia complicato e dettagliato il processo di produzione del caffè. I fagioli coltivati non sono solo pronti per essere preparati direttamente, ma subiscono più fasi di lavorazione prima di poter essere convertiti in una tazza calda di caffè fresco. Una di queste fasi vitali include il processo di essiccazione.

Le ciliegie mature e rosse del caffè, dopo essere state raccolte, vengono accuratamente lavate per rimuovere tutto lo sporco e le impurità. Questi fagioli vengono quindi lasciati fermentare e lavati di nuovo in seguito, il che porta il livello di umidità al 57%. Tuttavia, affinché i fagioli siano pronti per la tostatura e la produzione di birra, il livello di umidità ideale non dovrebbe essere superiore al 12,5%. Pertanto, l'essiccazione è obbligatoria per far scendere questo livello di umidità a valori accettabili.

Esistono due importanti processi di essiccazione che vengono frequentemente utilizzati: l'essiccazione solare o l'essiccazione artificiale (meccanica):

Asciugatura del sole:

L'asciugatura del sole è la più comune finora, ma viene sostituita da quella meccanica a una velocità rapida. Attraverso questo metodo, il caffè tende a raggiungere il sapore di alta qualità che tutti amiamo e adoriamo. Il processo può richiedere da giorni a settimane ed è un metodo relativamente lento.

Di solito, vengono utilizzati patii all'aperto con piastrelle di argilla. I chicchi di caffè sono posizionati sulle piastrelle e mentre il sole li asciuga dall'alto, le piastrelle assorbono anche l'umidità dal basso.

Un altro popolare materiale per l'essiccazione del sole include il letto africano che è una barella incorniciata in legno con rete sospesa al suo interno. I fagioli vengono trattenuti posizionandoli sulla rete, il che consente alla circolazione dell'aria di asciugare i fagioli dall'alto e dal basso di entrambi.

Sfortunatamente, questi metodi regolari di asciugatura del sole dipendono fortemente dalle condizioni meteorologiche della zona che potrebbero essere piuttosto variabili. Se c'è pioggia o rugiada, la sua umidità può ritardare il processo di essiccazione e anche promuovere la crescita dell'oidio, che danneggia notevolmente i fagioli. Per risolvere questo problema, una serra può essere costruita usando plastica che protegge i fagioli dall'umidità del tempo.

Essiccazione artificiale (meccanica o meccanica):

L'asciugatura della macchina ha il suo vantaggio che consente di saltare del tutto le irregolarità meteorologiche e richiede anche meno spazio per l'essiccazione dei chicchi di caffè. È più comunemente usato in aree con climi prevalentemente umidi.

In primo luogo, il deumidificatore viene utilizzato per rimuovere circa il 3-5% dell'umidità dai fagioli. Questo viene seguito dall'uso di tamburi rotatori in cui il flusso d'aria caldo riduce costantemente il contenuto di umidità. Un tamburo è in grado di contenere circa 700-12000 libbre di fagioli contemporaneamente e ogni ciclo impiega circa 24 ore per asciugarsi.

La fonte di calore è la legna da ardere o un forno a biomassa relativamente nuovo. Il combustibile a biomassa è composto da buccia o pergamena o legno ottenuto da alberi. L'aria fresca viene riscaldata e convertita in aria calda, che viene utilizzata per soffiare sui fagioli, riducendo così l'umidità in modo efficiente. Questo metodo di riscaldamento indiretto non danneggia i fagioli rispetto a ciò che il calore diretto farebbe naturalmente.

Conclusione:

L'essiccazione dei chicchi di caffè è un processo esteso e richiede cura e precisione delicate. Quando vengono maneggiati correttamente e asciugati adeguatamente, solo allora i fagioli saranno in grado di ottenere il sapore e la qualità perfetti. Pertanto, diverse varietà di chicchi di caffè vengono essiccate attraverso uno dei due metodi, a seconda di molti fattori come le condizioni meteorologiche, il tipo di fagioli e così via.

Lascia un commento